1. Home
  2. Chi siamo

Levante farmaceutica

LEVANTE: è il nome ed il brand che abbiamo scelto per identificare la nostra nuova Società Farmaceutica.

Attualizzato con un richiamo estetico, e non solo, al noto Palazzo della Civiltà Italiana,
ci identificherà e distinguerà nel mondo farmaceutico.

Ispirati anche dal famoso motto riportato sulla sommità dell’edificio: 

“Un popolo di poeti di artisti di eroi
di santi di pensatori di scienziati
DI NAVIGATORI DI TRASMIGRATORI”

“Un popolo
di poeti di artisti
di eroi di santi
di pensatori
di scienziati
DI NAVIGATORI
DI TRASMIGRATORI”

Anche per noi è iniziata una “crociata” con il concreto desiderio di affrontare con i nostri prodotti alcune delle patologie più difficili.

LA PRODUZIONE:

LEVANTE si distingue per formulati commerciali mirati alla cura e alla salute del paziente.

La produzione è affidata a officine farmaceutiche di comprovata qualità che garantiscono e certificano l’eccellenza produttiva, nel rispetto delle procedure e delle normative imposte dagli organismi di vigilanza.

Queste sono le aree terapeutiche in cui operiamo:

Respiratoria

levante
Clicca qui

ANTIBIOTICA

levante
Clicca qui

ANTIMICOTICA

levante
Clicca qui

Gastro
enterologia

levante
Clicca qui

Metabolica

levante
Clicca qui

Antidolorifica

Alcuni cenni sul
"Palazzo della Civiltà Italiana "

Il Palazzo della Civiltà Italiana all’EUR, conosciuto anche come Palazzo della Civiltà del Lavoro è sicuramente uno dei monumenti più iconici e conosciuti della Roma moderna. L’imponente edificio è anche semplicemente conosciuto come “Colosseo Quadrato”; del celebre antenato romano riprende la sequenza serrata di archi, elemento architettonico tipicamente rappresentativo della civiltà italiana e romana in particolare. La struttura fu realizzata in cemento armato e rivestita con lastre di travertino; ai lati delle due scalinate contrapposte sono collocati i quattro gruppi scultorei dei Dioscuri mentre sotto le arcate del primo ordine vi sono 28 statue in marmo, raffiguranti arti e attività umane che celebrano il genio italico. Ideato già dal 1936 e progettato nel 1937 dagli architetti Giovanni GuerriniErnesto La Padula e Mario Romano, in vista dell’Esposizione Universale di Roma del 1942, la sua costruzione ebbe inizio nel 1938 nel centro del Quadrato della Concordia, nell’ambito del grande intervento urbanistico che portò all’edificazione del quartiere EUR. Durante l’Esposizione Universale, il palazzo avrebbe dovuto ospitare la Mostra della Civiltà Italiana e, in seguito, trasformarsi in museo permanente della civiltà italiana. Da qui la famosa iscrizione leggibile sulla sommità dell’edificio:
“Un popolo di poeti di artisti di eroi di santi di pensatori di scienziati di navigatori di trasmigratori”.